Advertisement

vivo conferma la politica di aggiornamento Android/OS per la serie X

vivo ha oggi confermato, dopo che lo ha fatto anche Oppo, la sua politica degli aggiornamenti per gli smartphone della serie X. In Italia, dopo che l’azienda è sbarcata ufficialmente qualche mese fa, conosciamo solo il modello X51 5G appartenente a questa serie, ma arriveranno a breve anche altri modelli. Ma in cosa consiste questa politica degli aggiornamenti per vivo? Andiamo a vederlo insieme.

vivo e la sua politica degli aggiornamenti: tre anni di updates per i suoi smartphone di punta della serie X, come l’X51 5G

vivo ha annunciato oggi che fornirà tre anni di importanti aggiornamenti del sistema operativo Android e aggiornamenti di sicurezza per l’imminente lancio della serie ammiraglia X dopo luglio 2021. La società ha aggiunto che mira ad estendere l’esperienza degli smartphone di fascia alta offerta dai dispositivi della serie X garantendo la continuità.

La nuova politica di aggiornamento di vivo per i prossimi telefoni della serie X copre i mercati europeo, austr aliano e indiano

Advertisement
. La società ha affermato che i modelli della serie X premium non idonei continueranno a ricevere regolari aggiornamenti di sicurezza Android. “Questo impegno fa parte degli sforzi in corso di vivo per portare nuovi prodotti ed esperienze ispirate alla gioia ai consumatori“, ha affermato la società.

Yujian Shi, Senior Vice President and CTO of vivo, ha detto:

Dotati di hardware top di gamma, gli smartphone di punta della serie X sono costruiti per durare e vogliamo assicurarci che i nostri clienti ricevano un supporto software all’altezza delle loro aspettative. Innoviamo sempre pensando all’utente. Con questo impegno, promettiamo ai nostri clienti che potranno godere di un’esperienza smartphone premium per un periodo prolungato e continuare a beneficiare delle funzionalità software più recenti.

Ricordiamo pe completezza che la politica degli aggiornamenti non è dovuta solamente alle singole aziende. Gran parte dipende dai permessi che i produttori di processori come Qualcomm danno alle aziende stesse.

Via | fonearena

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday
Logo