Advertisement

Realme 8 – Lui li asfalta tutti!!!

In questo periodo stanno fioccando sul mercato tech tantissimi smartphone dotati di connettività 5G a prezzi decisamente economici, come il Realme 8 5G di cui molti recensori hanno portato la loro impressione nei vari blog e canali YouTube. Ma sempre in casa Realme esiste un device che va contro ogni moda, difatti non propone 5G nè tantomeno refresh rate elevato, ma basa la sua essenza sulla concretezza d’utilizzo. Direi di non perdere ulteriore tempo e di partire con la recensione di Realme 8, a mio avviso poco pubblicizzato ma che merita la vostra e la nostra attenzione oltre a quella dei brand rivali, perchè lui ha tutte le carte in regola per pestare i piedi a colossi diretti come Xiaomi / Redmi.

Aggiornato il: 8 Giugno 2021 08:18


Non possiamo che partire dalla confezione di vendita, che nel caso del dispositivo targato Realme si presenta con un coloratissimo giallo canarino, che richiama il colore del logo del brand, al cui interno è contenuta la seguente dotazione:

  • Cavo USB Type-C per ricarica e trasferimento dati;
  • Alimentatore con presa europea da parete, con output massimo di 5.0V/6.0A – 30W (tecnologia DART CHARGE);
  • Cover morbida colore fumè in TPU;
  • Pellicola in plastica protettiva per lo schermo (già pre-applicata dall’azienda);
  • Spillo per la rimozione del vassoio SIM;
  • Guida rapida;
  • Garanzia.
realme 8
Advertisement


Come già detto, l’azienda ha puntato tutto sulla concretezza per questo Realme 8, senza rinunciare ad un piacere estetico, trovando anche una propria iconicità grazie all’enorme scritta DARE TO LEAP sul lato destro della back cover. Tocco di stile inoltre la doppia lavorazione, a specchio (sul lato della scritta) ed opaca, creando bellissimi giochi di luce e riflessi arcobaleno. Scocca realizzata in plastica, seppur la sensazione in mano è quella del vetro. Peccato solo per un trattamento oleofobico assente che ci costringerà a pulire spesso il bellissimo retro dello smartphone, a meno che non utilizziate la cover di protezione in dotazione, la quale protegge molto bene il dispositivo, tanto che i profili della cover avvolgono anche il display lasciandolo quindi al di sotto della linea dei profili, in modo da salvaguardarlo da eventuali cadute accidentali.

realme 8

Per quanto poco originale, ho apprezzato anche il blocco delle fotocamere, grazie all’eleganza restituita dalla doppia colorazione, nero e trasparente, in cui sono inseriti i 4 sensori fotografici ed il flash LED dual tone. Il bump camera è poco sporgente e non crea movimenti durante la digitazione sul telefono quando poggiato su una superficie piana. Ottima anche l’ergonomia per quanto Realme 8 non sia uno smartphone compatto: parliamo infatti di dimensioni pari a 160,6 x 73,9 x 7,99 mm ed un peso di soli 177 grammi. La maneggevolezza è garantita peraltro da una curvatura dei profili della back cover che va a rastremarsi sul perimetro del telefono, realizzato invece in metallo con una lucidatura sabbiata.

realme 8


Qui troviamo sul profilo destro il tasto power ed il bilanciere del volume mentre sul profilo sinistro trova alloggio il carrello delle SIM in grado di ospitare 2 SIM in formato nano oltre ad uno slot per micro SD per l’espansione della memoria integrata, con supporto a schede fino a 256 GB, senza rinunciare alla pratica funzione Dual SIM Dual Standby. Il profilo superiore è praticamente pulito a parte a presenza del foro per il secondo microfono per la riduzione dei rumori mentre inferiormente l’azienda ha dotato il Realme 8 di ingresso jack per auricolari, microfono principale, ingresso Type-C per la ricarica con supporto OTG (niente uscita video) e lo speaker di sistema, di tipo mono, ma dall’ottima resa audio e buon volume d’ascolto, tanto che il dispositivo gode della certificazione Hi Res e posso garantirvi che l’audio che ne fuoriesce è di alta quaità per la fascia di prezzo cui si colloca il dispositivo, performando al meglio con tutti i generi musicali per via di un buon equilibrio di tutto lo spettro sonoro. Peraltro a livello software abbiamo la funzione Real Sound, che permetterà di equalizzare in automatico il suono in base allo scenario d’utilizzo (film, giochi, musica).


Ho menzionato il fatto che Realme 8 offre la possibilità di utilizzo di 2 SIM contemporaneamente senza rinunciare all’espansione di memoria, ma lui offre una connettività “solo” 4G+. Personalmente apprezzo questa scelta, in quanto l’azienda ha potuto risparmiare su questo aspetto dedicandosi ad altro di più utile, dal momento che in molte zone d’Italia il nuovo standard 5G ancora non è presente. Anzi posso senza dubbio affermare che questo Realme 8 si è rivelato molto più veloce in navigazione che altri smartphone 5G.

realme 8

Veniamo ad uno dei punti forti di questo terminale, ovvero il display che nello specifico si esprime con una diagonale da 6,4 pollici, tecnologia Super AMOLED e risoluzione Full HD+ (1080×2400 pixel), 409 PPI, luminosità di picco di 1000 nit e rapporto schermo/superficie del 90,8%. Il pannello offre un refresh rate a 60 Hz quindi del tutto fuori moda rispetto la concorrenza, ma la frequenza del campionamento al tocco invece è di 180 Hz, un toccasana per tutti i videogiocatori. E’ vero, un refresh rate più elevato sarebbe stata la ciliegina sulla torta, ma nel complesso lo schermo di Realme 8 è sublime, garantendo anche il supporto a contenuti in HDR10 e DRM Widevine L1, con certificazione anche per Amazon Prime. Quindi decisamente migliore ad esempio degli ultimi Redmi Note 10. Nel complesso possiamo godere di un’altissima resa dei contenuti multimediali in generale, grazie ad una buona calibrazione del pannello, che restituisce colori fedeli ed un’ottima visibilità anche sotto luce diretta del sole. Peraltro la camera selfie è stata inserita nel punch hole, posizionato sul profilo sinistro, il quale non disturba per nulla e riesce a far dimenticare la sua presenza nel giro di pochi minuti.

realme 8


Peraltro sempre a livello software possiamo anche regolare la temperatura colore ed abilitare o meno l’effetto visivo OSIE, che permette di migliorare i contrasti delle immagini. Altre chicche software sono la possibilità di risvegliare o spegnere il display con un doppio tocco, oppure riaccenderlo con il semplice sollevamento del telefono e naturalmente la funzione Always On Display, basilare ma funzionale, mostrando le icone di tutte le app che hanno notificato.


Le cornici che avvolgono il display sono piuttosto contenute su 3 lati, mentre per il mento forse Realme poteva fare di meglio, ma nulla di così scandaloso. Sulla cornice superiore troviamo la capsula auricolare ed i sensori di prossimità e luminosità che lavorano benissimo, al contrario di Redmi Note 10 5G, mentre è scontata l’assenza di un LED di notifica dal momento che abbiamo a disposizione l’AOD.

realme 8


I pulsanti di navigazione naturalmente sono virtuali ed inseriti a display, ma all’occorrenza possiamo sfruttare le comode gesture di navigazione a schermo intero, oltre che a poter sfruttare una barra laterale che permette alcune funzioni rapide oltre che il richiamo di determinate applicazioni e se proprio siamo patiti delle gesture, le possiamo sfruttare anche a schermo spento, disegnando una determinata lettera per attivare o richiamare funzioni ed applicazioni.

realme 8

Insomma, sta prendendo forma il fatto che Realme non ha tralasciato proprio nulla al caso a livello software, basando il tutto su Android 11 per mezzo di interfaccia personalizzata Realme UI 2.0 (derivata dalla ColorOS di OPPO), con patch aggiornate ad aprile 2021. Il firmware è ricco di funzioni e per nulla fastidioso in termini di design, anzi lo stesso è molto curato a livello grafico, come ad esempio la bellissima animazione che appare quando mettiamo in funzione la camera selfie, per lo scatto di una foto oppure per la funzione di sblocco tramite riconoscimento del volto, che avviene in maniera rapida e precisa anche in condizioni d’illuminazione non favorevoli. Peraltro Realme è uno di quei brand che aggiorna costantemente i propri dispositivi e tra i primi a portare le novità introdotte dai rilasci Android. Non mancano poi funzioni come la clonazione del sistema per dividere vita privata da quella lavorativa oppure la clonazioni di app per avere multi istanze delle stesse, oltre che lo spazio gioco, insomma un software completo e sempre aggiornato alle ultime richieste del momento.

Aggiornato il: 8 Giugno 2021 08:18


Realme 8 adotta un processore MediaTek Helio G95, una soluzione octacore a 2,05 GHz a cui si accompagna la GPU ARM Mali-G76 MC4 con clock fino a 900 MHz, il tutto condito da 4/6 GB di RAM LPDDR4X e 64/128 GB di storage interno di tipo UFS 2.1. Prima che cominciate a pensare: “eh vabbè, abbiamo un MediaTek a bordo quindi scaffale”… dovete sapere che il SoC in questione è da considerarsi una soluzione da “gaming” il quale offre prestazioni eccellenti in ogni condizione d’utilizzo anche quelle più complesse del gaming, permettendo di avviare applicazioni come Call of Duty Mobile, Asphalt 9, Genshin Impact etc.. al meglio dell’esperienza ludica senza avvertire mai cali di frame rate e soprattutto surriscaldamenti, poiché l’azienda ha dotato il Realme 8 si un sistema di raffreddamento a liquido in rame.


Inutile quindi sottolineare che le operazioni quotidiane vengono assolte in maniera più che buona e sempre reattiva potendo contare anche su un’ottima connettività generale al netto dell’assenza della Radio FM. Abbiamo però a corredo Bluetooth 5.1, WiFi a doppia banda , GPS/AGPS/Beidou/Glonass, sensori di giroscopio ed accelerazione ma anche dell’NFC per i pagamenti in mobilità con pieno supporto a Google Pay. Tutto funziona a meraviglia e nel complesso l’ottimizzazione del software nei confronti dell’hardware si ripercuote in maniera positiva anche nell’autonomia della batteria, che si esprime tramite un’unità da 5000 mAh e relativo supporto alla ricarica rapida Dart Charge da 30W, la quale permette in soli 26 minuti di ricaricare lo smartphone del 50%, mentre il pieno d’energia si ottiene con 65 minuti. Naturalmente l’effettiva resa dipende dall’utilizzo che fate di un telefono, ma in linea di massimo io personalmente ho sempre portato a termina la mia giornata, arrivando ad ottenere sempre 6 ore di schermo attivo con ancora il 20% di carica residua, niente male davvero!!!


E come da mia abitudine ho lasciato il capitolo foto e video per ultimo, seppur sia per molti utenti uno degli aspetti più importanti nella scelta di uno smartphone. Realme 8 non è un camera phone ma sotto questo ambito non delude, proponendo sul frontale una camera selfie da 16 MP, con sensore Sony IMX471, lenti 5P ed apertura f/2.45 mentre sul posteriore le ottiche utilizzate sono ben 4, il cui sensore primario è un’unità da 64 MP, lenti 6P, f/1,79 a cui si aggiunge un obiettivo ultrawide da 8 MP, lenti 5P, FOV 119°, f/2,25 ed ulteriori due elementi da 2 MP con apertura f/2.4 che svolgono attività di bokeh (B/N) e macro con fuoco da 4 cm.


In pratica non abbiamo una vera rivoluzione rispetto il Realme 7, ma lato software abbiamo alcune chicche in più come il supporto al Dual View, che ci permette di registrare video sfruttando sia l’ottica frontale che posteriore, oltre al fatto di avere una stabilizzazione video UIS godibile anche sulla camera frontale e girare video fino in 4K a 30 fps. Gli scatti ottenuti con questo terminale godono di una buona raccolta di dettagli, colori ben bilanciati e gamma dinamica che stupisce per la fascia di prezzo cui viene proposto il terminale.


Anche gli scatti con la camera grandangolare non vengono “degradati” a livello cromatico mentre il fianco dei sensori viene mostrato più che altro in condizioni notturne in cui la modalità apposita diventa quasi fondamentale nel suo utilizzo, restituendo foto non di qualità ma alleggerite dal rumore digitale che invece verrebbe fuori in modalità standard.


La modalità notte è peraltro disponibile anche per la camera selfie così come l’HDR automatico e nel complesso il software è piuttosto completo e ricco di funzioni. Rispetto la precedente generazione ho apprezzato anche la resa dell’ottica selfie soprattutto in modalità ritratto. Ottima anche la cattura dell’audio da parte del microfono e nel complesso il comparto fotografico è risultato migliore di tanti altri rivali, spesso anche con costi superiori.

Aggiornato il: 8 Giugno 2021 08:18


CONCLUSIONI


Realme 8 parte da una base prezzi di 199 euro per le colorazioni Cyber Silver, Cyber Black e Punk Black nella versione 4/64 GB mentre saliamo a soli 206,99 euro per la versione da 6/128 GB che poi è quella che vi consiglio considerando il raddoppio della memoria interna e 2 GB di RAM in più a fronte di un esborso di soli 7 euro in più. Ma a parte ciò lo smartphone è l’equilibrio perfetto in termini di rapporto qualità/prezzo, con ottime prestazioni, autonomia davvero eccellente, solidità software e garanzia d’aggiornamenti oltre che buoni scatti fotografici. Realme 8 a mio avviso è decisamente la scelta migliore tra i vari Mi 11 Lite e Redmi Note 10 5G etc.. perchè l’esperienza utente che ho vissuto con lui difficilmente l’ho provata con altri device.

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
9.1 Total Score
REALME 8

Realme 8 è uno smartphone che non segue le mode. Niente 5G, niente refresh rate elevato, eppure sa competere anzi asfalta la concorrenza diretta di Xiaomi e Redmi. Posso senza timore affermare che lui è un best buy.

CONFEZIONE
8.8
DESIGN E MATERIALI
9.1
DISPLAY
9.4
HARDWARE
8.8
AUDIO
8
RICEZIONE
9
SOFTWARE
9.9
FOTOCAMERA
7.8
BATTERIA
10
ERGONOMIA
8.5
ESPERIENZA UTENTE
10
PREZZO
9.5
PROS
  • AUTONOMIA
  • DISPLAY
  • NFC
  • PERFORMANCE
  • RESA FOTOGRAFICA
  • OTTIMIZZAZIONE SOFTWARE
  • ICONICITA' DEL DESIGN
  • RICARICA RAPIDA
  • WIDEVINE L1, HDR E CERTIFICAZIONE PRIME VIDEO
  • HI-RES AUDIO
CONS
  • ASSENZA RADIO FM
  • SCARSO TRATTAMENTO OLEOFOBICO SULLA BACK COVER
Valutazione degli utenti: Be the first one!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday
Logo