Qualcomm acquista Nuvia e inizia il suo percorso senza ARM

Qualcomm nel 2021 crescerà ancora di più che nel 2021, queste le previsioni degli analisti. Ciò non succederà per una maggiore dinamicità dovuta alla presidenza di Cristiano Amon, ma anche per la sua concentrazione in altri ambiti. E’ notizia di oggi che l’azienda statunitense eterna concorrente di MediaTek ha acquistato la startup Nuvia (da non confondere con Nubia). Ma di cosa si occupa questa azienda? Andiamo a vederlo insieme e capiamo cosa comporterà l’unione con il gigante dei microprocessori.

Nuvia si unisce a Qualcomm, o meglio viene acquistata: migliorare Snapdragon e ridurre la sua dipendenza da ARM è l’obbiettivo del colosso americano

Prima di vedere la notizia principale, una piccola curiosità: sembra che i fondatori di Nuvia siano tre ex dipendenti di Apple. Uno di questi è Manu Gulati, proprio il responsabile dei processori della mela morsicata. L’accordo per l’acquisto di Nuvia da parte di Qualcomm si è concluso per la modica cifra di 1.4 miliardi di € (1.8 miliardi $). Dopo il passaggio il team della prima azienda si unirà a quello di progettazione del colosso americano.

qualcomm acquista nuvia

Leggi anche: Qualcomm, nuovo lettore di impronte digitali ad ultrasuoni: più grande, più veloce, più efficiente

Secondo Cristiano Amon, da poco CEO della società, la tecnologia di Nuvia contribuirà a produrre significativi balzi in avanti in termini di potenza per i processori Snapdragon, riducendo al contempo il fabbisogno energetico. Un punto questo che non è da sottovalutare considerando il consumo richiesto dai processori di nuova generazione dotati di modem 5G. L’azienda appena acquisita lavora dal 2019 alla progettazione e allo sviluppo di core CPU personalizzate

Advertisement
.

Il team NUVIA è un innovatore comprovato e, come Qualcomm, ha un forte patrimonio nella creazione di prodotti e tecnologie all’avanguardia. Sono molto entusiasta che si unirà al nostro team. Insieme, saremo in una posizione ideale per ridefinire il computing e consentire al nostro ecosistema di collaboratori e partner di guidare l’innovazione e offrire una nuova classe di prodotti ed esperienze per l’era 5G 

Cristiano Amon, CEO di Qualcomm

Attenzione, non si parla soltanto di smartphone ma di ecosistemi. Questo significa che la “collaborazione” andrà ad amplificarsi e a vedere il lavoro degli ex-Nuvia anche su prodotti di altro genere.

Ma cosa centra ARM?

Bisogna sapere che fino ad oggi l’azienda di Amon ha acquistato i componenti per i suoi prodotti da ARM. Rilevando Nuvia, questi componenti potrebbero essere costruiti in casa e dunque i prezzi dei processori potrebbero andare ad abbassarsi. Questo si traduce in futuri smartphone che costeranno ancora meno.

Compra su Amazon

Ultimo aggiornamento il 23 Gennaio 2021 08:18

Via | TechCrunch

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday