Advertisement

Oppo pensa alla tecnologia LiFi sui suoi smartphones | Brevetto

Il futuro della tecnologia è il 5G, ma chi ha detto che deve essere per forza così? In effetti il 5G è una tecnologia per i dati mobili, ma per quanto riguarda il passaggio di dati tramite etere? Tutti noi conosciamo il segnale WiFi ma sappiamo anche che c’è una sorta di evoluzione, ovvero il segnale LiFi. Non ne sentiamo parlare molto spesso ma in futuro sarà alla portata di tutti, così come lo è stato WiFi (e lo è ancora). Si tratta di una tecnologia che permette un passaggio dei dati fino a 100 volte più veloce e Oppo ci sta lavorando su.

Un brevetto ci mostra come Oppo stia lavorando sulla tecnologia LiFi: velocità X100 nel passaggio di dati

Da un brevetto che ci porta il team di LETSGODIGITAL veniamo a conoscenza dell’interesse di Oppo nei confronti di questa interessantissima, seppur lontana, tecnologia per il passaggio dei dati via wireless. Un WiFi 2.0 se vogliamo che il bran ha intenzione di integrare nei suoi dispositivi in futuro. L’alternativa più promettente a WiFi è LiFi (Light Fidelity), ma qual’è la differenza tra le due? Con il WiFi si utilizzano le onde radio tramite un router mentre con LiFi si trasmette la luce tramite una lampada LED. In definitiva dove il WiFi utilizza le radiazioni, LiFi usa la luce.

oppo smartphone lifi

Il mese scorso Oppo ha pubblicato un brevetto in cui cita proprio questa tecnologia e mostra il primo papabile smartphone ad integrarla. E uno smartphone moderno con bordi stretti e un design full screen, senza contaminazione di fori e notch. Nessuna fotocamera frontale è visibile e infatti è dotato di un meccanismo pop-up come va di moda adesso, seppur senza pinna di squalo come Reno 2. Mentre sulla parte anteriore però non abbiamo grandi novità rispetto ai dispositivi che vediamo quotidianamente, la parte posteriore è quella che ci interessa di più. Come possiamo vedere infatti è presente un quadratino a sinistra del comparto fotografico. E’ tramite esso che il segnale LiFi viene catturato

Advertisement
dal device.

oppo smartphone lifi

Si tratta fondamentalmente di un fotorivelatore che converte le variazioni di ampiezza in un segnale elettrico per abilitare la comunicazione LiFi con lo smartphone. Il dispositivo potrebbe far parte della serie Reno in futuro e a suggerirlo è il cosiddetto O-dot in basso alle fotocamere posteriori. In un secondo brevetto denominato “Dispositivo LiFi e sistema di proiezione dello stesso“, viene ampiamente discusso come Oppo vuole applicare il LiFi nei dispositivi mobili. Il dispositivo LiFi brevettato può essere installato in qualsiasi smartphone ed è composto da un alloggiamento, un circuito stampato e un modulo LiFi per la ricezione del segnale.

Il LiFi non solo significa velocità di trasferimento significativamente maggiore rispetto al WiFi, ma è anche caratterizzato da una minore latenza rispetto al WiFi standard. E’ anche possibile trasferire immagini ad alta risoluzione con un frame rate elevato.

Tutto bello, ma cosa è LiFi? Cerchiamo di far chiarezza

Quando utilizziamo il segnale WiFi, ci sono spesso alcuni problemi con cui dobbiamo interfacciarci. Questo standard ha dei limiti per quanto riguarda la “gittata” e soprattutto le antenne necessarie per la comunicazione consumano molta energia. Inoltre la questione privacy collegata alle onde radio è molto discussa in quanto possono essere intercettate da malintenzionati. Lo standard LiFi (VLC PAN IEEE 802.15.7) sembra risolvere gran parte di questi problemi.

Innanzitutto ha una “gittata” e potenza maggiore, tale per cui si riesce a raggiungere una velocità di trasmissione fino a 15 Gbps. Il problema di mancanza di segnale sembrerebbe non esistere con questo standard poiché non viene rallentato neanche in zone ad alta densità, magari zone in cui gli utenti utilizzano contemporaneamente la linea internet.

Una curiosità interessante: il segnale LiFi può essere utilizzato anche sotto acqua ed è per questo che la marina militare statunitense è molto interessata a questa tecnologia.

Fonte | LETSGODIGITAL

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday