Oppo SuperVOOC: ecco la ricarica con filo a 125W e la wireless a 65W!

Pochi giorni fa Oppo ci ha preannunciato l’arrivo di una cosa straordinaria: la ricarica per smartphone a 125W. Dopo anni di ricerca e sviluppo il brand cinese ha raggiunto (prima di tutti) la maturità della tecnologia e si è detta pronta a produrla in massa. Chiaramente ne passerà del tempo prima di perfezionarla e renderla disponibile a tutti, ma un primo passo è stato fatto. Una cosa che però il brand non ci ha rivelato è a che punto si trova con la ricarica wireless AirVOOC: bene, questa mattina ha svelato che è riuscita a raggiungere la potenza di 65W!

Pensavamo che la ricarica wireless a 65W fosse uno scherzo, ma a quanto pare Oppo non gioca: la tecnologia è pronta, serve ancora un po’ di tempo prima che arrivi definitivamente sugli smartphones

Questa mattina in Cina si è tenuta una importante conferenza durante la quale Zhang Jialiang, capo del settore ricarica che ci parlò della FreeVOOC, ha presentato tutte le novità del brand nel settore delle batterie dei propri smartphones. Infatti, non solo state comunicate solo le due tecnologie di cui sopra, quella via cavo e quella wireless, ma anche diversi caricatori. Uno di questi, preannunciato ieri su Weibo, ha la forma e la grandezza di un biscotto. Vediamo insieme i dettagli.

Flash Charge Oppo 125W

Advertisement

 

La tecnologia di carica flash da 125W supporta USB-PD a 65W e USB-PPS a 125W ed è retrocompatibile con i dispositivi che integrano il precedente standard SuperVOOC per la ricarica da 65W. Dal punto di vista tecnico viene assorbita corrente da 6.25 A trasmessa attraverso una differenza di potenziale di 20V. Come abbiamo precedentemente affermato la batteria integrata negli smartphones verrà suddivisa in due parti e ognuna utilizzerà microcontrollori a 128 bit per ottimizzare la tensione e il flusso di corrente.

Il brand ha affermato che integrerà dieci sensori di temperatura per mantenerla di sotto di 40 °C nonché un fusibile per la protezione da sovratensione al fine di garantire la sicurezza ed evitare qualsiasi rischio di incendio. La domanda vien da sè: e la qualità della cella? Oppo conferma che dopo 800 cicli di ricarica il potenziale della batteria arriva all’80% della sua capacità.

AirVOOC wireless 65W

Non ci aspettavamo che Oppo arrivasse dai 40W ai 65W per la AirVOOC e invece lo ha fatto. La tecnologia in questione arriva accompagnata da un nuovo dock di ricarica molto particolare. Questo è formato al suo interno da una doppia bobina in grado di ricaricare completamente una batteria da 4000 mAh in soli 30 minuti. Questo dock avrà anche una costruzione speciale in quanto è realizzato con una lastra di vetro e una ventola interna che permette di mantenere l’efficienza vicina al 90% e la temperatura non oltre i 40° C.

Caricatori presentati

Oltre alle due nuove tecnologie il brand ha anche presentato altri prodotti. Si tratta di due caricatori molto speciali. Uno di questi, il primo sulla sinistra, si presenta come un piccolo biscotto con misure pari a 82.2 x 39 x 10.05 mm ed un peso di soli 60 g; l’altro è un adattatore da muro che permette di supportare una potenza pari a 110W. Come potete immaginare il punto a loro favore è la grandezza: sono quasi la metà dei GaN tradizionali. Non l’avreste mai detto ma sono caricabatterie nitruro di gallio. Purtroppo non sono stati resi noti né i prezi né tantomeno i tempi in cui questi prodotti saranno disponibili sul mercato.

Quello che però possiamo aspettarci è uno smartphone Oppo con supporto alla ricarica cablata a 125W o wireless 65W entro la fine del 2020. Che cosa ne pensate? Passerà molto tempo prima che questa tecnologia (insieme agli smartphones che la integrano) arriverà da noi: ne abbiamo veramente bisogno?

Fonte | Weibo

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday