Advertisement

OnePlus 9 Pro: tutto quello che c’è da sapere sulle fotocamere

OnePlus 9 Pro si sta facendo conoscere dal pubblico per la sua fantastica dotazione hardware in termini di fotocamera. L’azienda ha fatto passi da gigante quest’anno grazie alla collaborazione con Hallselblad e ha portato il suo nome in alto, tra i migliori camera phone. Ma cosa si nasconde veramente dietro questo modulo fotografico? Senza dubbio il sensore personalizzato Sony IMX789 da 48 megapixel ha aiutato nell’impresa. Però c’è anche altro.

Tutti i segreti delle fotocamere di OnePlus 9 Pro: la collaborazione con Hasselblad è solo la punta dell’iceberg, ma sotto c’è di più, molto di più

Come dice l’azienda stessa, quando vediamo le specifiche di OnePlus 9 Pro ci soffermiamo sui numeri. Ma sotto c’è molto di più e infatti l’attenzione del brand si vuole soffermare, in questa sede, sul lavoro di tutti gli ingegneri che hanno lavorato al modulo fotografico re di quest’anno. La ricerca degli sviluppatori è durata due anni e ha prodotto quello che al momento è il miglior comparto fotografico nella scena degli smartphone.

oneplus 9 pro tutti i segreti della fotocamera

Più andiamo avanti e più vediamo sensori fotografici di dimensioni maggiori. Si pensi al Samsung GN2 che al momento è il più grande in assoluto. Però quello che davvero è importante non è la grandezza di un sensore, bensì le capacità. Con la creazione del Sony IMX789 da 48 megapixel OnePlus 9 Pro non ha voluto superare il record, bensì creare un equilibrio perfetto tra performance e grandezza dell’ottica.

Come funziona e come è fatto il Sony IMX789?

Cominciamo con i numeri. Il sensore principale di questo smartphone è grande

Advertisement
1/1.35″ e presenta (sulla carta) una risoluzione da 52 megapixel che nella realtà si trasformano in 48 megapixel. Chiaramente non è la risoluzione reale poiché grazie alla tecnologia Quad Bayer si ottiene con 12 megapixel l’effetto e la risoluzione di un 48 megapixel.

oneplus 9 pro tutti i segreti della fotocamera

Ma OnePlus 9 Pro non è unico solo per questo sensore Sony. Ci sono anche altre particolarità come la tecnologia 2×2 OCL: grazie a questa ogni singolo pixel può essere utilizzato per mettere a fuoco l’immagine. Troviamo inoltre il supporto al formato 12-bit RAW oltre che la registrazione video 4K a 120 fps con DOL-HDR (Digital Overlap High Dynamic Range). Nello specifico questa sigla significa che la fotocamera può scattare sia in esposizioni più corte che lunghe, sommando poi il tutto in un’unica fotografia con una gamma dinamica (totalità dei colori) maggiore.

Solo hardware su OnePlus 9 Pro? No, anche il software ha la sua parte

Non è tutto merito di un sensore fotografico, nonostante tutto. Il lavoro maggiore, anche se non sembra, è stato fatto lato software. Infatti, la sfida più grande è stata quella di studiare una calibrazione del colore che potesse rendere le immagini nel miglior modo possibile. A tal proposito l’azienda ricorda che ha fatto uscire diversi aggiornamenti OTA per continuare a ottimizzare la riduzione del rumore, migliorare il bilanciamento automatico e le prestazioni HDR. 

Compra su Amazon

999,00€
disponibile
2 new from 850,00€
9 used from 929,07€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 11 Maggio 2021 03:18
Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday
Logo