Advertisement

Meizu Buds TWS promettono di spiazzare ogni clone delle Airpods di Apple

Xiaomi - Mi True Wireless Earphones 2 Basic, Auricolari wireless Bluetooth, controllo touch, Bluetooth 5.0, stereo, microfono dual, riduzione del...

Aggiornato il: 29 Ottobre 2020 09:18
disponibile

Quello delle cuffiette true wireless è un mercato dove difficilmente ci si riesce a distinguersi per originalità in termini di design, somigliando sempre più spesso alle blasonate AirPods di Apple. Non poteva quindi mancare voce in capitolo da parte di Meizu, che ha da poco lanciato la propria idea di auricolari TWS, ovvero le Meizu Buds. Ma attenzione questi auricolari non vogliono competere con le regine del mercato Apple Airpods, ma piuttosto con i prodotti che aziende come Realme e Xiaomi hanno introdotto sul mercato indiano e cinese.

meizu

Meizu Buds non nacondono l’ispirazione alle celebri cuffiette della mela morsicata, seguendo il trend di molti altri produttori, anche perchè oggettivamente è difficile fare diversamente quando si decide di adottare un design semi in-ear. Ad ogni modo le Meizu Buds offrono driver dinamici in grafene da 13 mm, che restituiscono una buona qualità audio e soprattutto bassi ben pronunciati.

Meizu Buds TWS promettono di spiazzare ogni clone delle Airpods di Apple

Advertisement

Entrando nel cuore dell’hardware, gli auricolari del brand asiatico integrano il chipset Airoha AB1562M che permette connettività Bluetooth 5.0, oltre al sistema di riduzione del rumore ambientale (ENC) a doppio microfono. Il comfort è garantito da un peso dimensionato a soli 3.1 grammi per singolo auricolare, offrendo anche la possibilità dei comandi touch.Vengono garantite anche 5 ore di ascolto continuo che si estendono a 20 ore tramite il case di ricarica, offrendo anche la certificzion agli spruzzi e alla polvere IPX5.

meizu

Sarà il mercato indiano a fare da terreno di gioco per le Meizu Buds, con un prezzo di 3499 rupie, ovvero circa 40 euro, scontrandosi quindi proprio con le soluzioni di Realme e Xiaomi. Considerando specifiche e feature classiche, la domanda è: ce ne era davvero bisogno?

[Fonte]

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!

Tags:

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday