Advertisement

Lo smartphone diventa veicolo di contagio da Coronavirus? Ecco quello che devi sapere

Purtroppo ci troviamo a parlare ancora una volta del maledetto Coronavirus, che ha devastato l’intero globo con danni spesso anche irreparabili. Le scoperte in ambito scientifico si fanno ogni giorno sempre più forti e probabilmente a breve riusciremo a debellare questo cancro, ma nel frattempo le nostre abitudini sono cambiate seppur forse in termini di igienizzazione ancora non brilliamo. Infatti se ci troviamo ad un supermercato magari utilizziamo il disinfettante fornito dal gestore ed indossiamo la mascherina, ma solo perchè siamo obbligati mentre a casa, magari ci dimentichiamo anche di lavarci le mani.

In casa, soprattutto abbiamo un nemico che è sempre con noi. che accompagna i nostri risvegli ed il nostro dormire, ovvero lo smartphone. Infatti, sebbene l’Organizzazione Mondiale della Sanità avesse affermato all’epoca, che il Covid-19 poteva sopravvivere sulla superficie delle cose per non più di 72 ore, una recente scoperta assicura che il virus in realtà può rimanere in vita fino a 28 giorni, ad esempio se presente sui display dei nostri cellulari.

coronavirus

Premesso che non vogliamo scatenare nessun allarmismo, è bene però sapere che l’ente australiano CSIRO (Industrial Health Research Organisation) ha appena pubblicato i risultati di uno studio, in cui è stato analizzato per quanto tempo il Covid-19 può rimanere in vita in quegli elementi che vengono utilizzati quotidianamente .

Advertisement

Lo smartphone diventa veicolo di contagio da Coronavirus? Ecco quello che devi sapere

I risultati rivelano che il Coronavirus può rimanere attivo sulla superficie delle banconote (denaro) e sugli schermi degli smartphone fino a 28 giorni. A contribuire al “benestare” del virus sono elementi come la luce e la temperatura. Se entrambi gli elementi vengono mantenuti bassi, è più probabile che il virus sopravviva fino a un mese.

coronavirus

Questo non significa che dobbiamo tenere il nostro smartphone in una fornace, ma diventa necessario magari adoperarsi per una pulizia quotidiana ma anche più, del nostro terminale mobile, in modo da scongiurare l’eventuale contagio col morbo infame. Infatti pulendo quotidianamentelo smartphone, il rischio di infezione si riduce al 90% .

Il virus ha bisogno che lo schermo non superi i 20 gradi Celsius per sopravvivere per un mese. Se la temperatura sale a 30 gradi, il periodo si riduce ad una sola settimana, mentre a temperatura di 40 gradi il virus sopravvive a malapena 24 ore. Quindi non attendere ancora e dai una pulita al display, non solo perchè sono presenti ditate…

[Fonte]

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday