È stata creata una lente liquida che funziona come l’occhio umano

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Fatti furbo e iscriviti al nostro canale Telegram! Tantissimi codici sconto, offerte, errori di prezzo sulla tecnologia da Amazon ed i migliori store online.

La prima volta che abbiamo sentito parlare di lente liquida è con Xiaomi

. L’azienda ha presentato uno Xiaomi MIX 4 con un particolare obiettivo capace di prestazioni inimmaginabili. Eppure, un team di ricercatori si è spinto oltre e ha creato una sorta di evoluzione di tale lente. Hanno sviluppato una lente adattiva basata su un liquido elettricamente sensibile chiamato dibutil adipato (DBA). L’obiettivo è in grado di modificare la lunghezza focale in base alla tensione applicata. Ma andiamo a vederne i particolari insieme.

Dopo Xiaomi, un team di ricercatori ha creato una lente liquida che si comporta come un occhio umano. Ecco come funziona nel dettaglio

Gli sviluppatori affermano che la lente liquida potrà presto sostituire completamente quella solida. Questo creerà una fotocamera per smartphone (e non solo) con la possibilità di cambiare rapidamente la lunghezza focale mantenendo il corpo dello smartphone sottile lo stesso. L’assenza di elementi metallici significa che tali lenti possono essere utilizzate per molti anni senza alcuna usura. Lo sviluppo pesa solo pochi grammi, ma dimostra buone prestazioni ottiche.

Per creare una lente liquida, l’elettrodo rivestito con uno strato idrorepellente è completamente riempito con liquido DBA. Per questo motivo forma una cupola. L’applicazione di corrente continua provoca l’accumulo di molecole liquide sull’anodo, modificando la forma a cupola a seconda dell’intensità della tensione. Pertanto, la lunghezza focale viene regolata. La rimozione del campo elettrico riporta il liquido alla sua forma originale.

lente liquida
Tensione a 0 e progressiva tensione a 100V

Questo nuovo obiettivo è molto più efficiente degli analoghi esistenti. Le lenti elettrowetting (questo il nome) utilizzano un liquido che richiede inoltre un film dielettrico per separarlo dall’elettrodo metallico. La lente DBA liquida non è influenzata dall’evaporazione o dall’elettrolisi e poiché è a diretto contatto con l’elettrodo e non è necessario uno strato isolante.

I primi test hanno mostrato che la trasmittanza ottica è di circa il 95% nella gamma di lunghezze d’onda visibili da 390 a 780 nm. Le caratteristiche della lente non cambiano né a temperatura ambiente né a quasi +93 °C. Aumentando la tensione applicata da 0 a 100 V è possibile modificare la lunghezza focale da 7.5 a 13.1 mm. Andando avanti, i ricercatori si concentreranno sul miglioramento della velocità di risposta e sull’aumento della risoluzione. Hanno anche in programma di ridurre l’effetto della gravità sul fluido DBA in modo da poter creare obiettivi più grandi.

TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday
Logo