Ecco i 10 smartphone più facili e più difficili da riparare secondo iFixit

Quando acquistiamo un nuovo smartphone di sicuro non pensiamo al momento più brutto che gli potrebbe capitare, ovvero al fatto che questo possa rompersi. Display, connettori e tanto altro possono essere vittime di usura, cadute ed anche difetti di fabbricazione, in cui spesso far rivalere la garanzia diventa un’impresa di non poco conto. Personalmente mi ritengo fortunato perchè non ho mai avuto la necessità di ricorrere a riparazioni, così come la stragrande maggioranza degli utenti che in media cambia il proprio smartphone dopo due anni (anche meno) in modo da rimanere al passo con le ultime tendenze del mercato tecnologico.

Ma qualora doveste ricorrere alla riparazione di uno o più componenti sul vostro smartphone, questo risulterà facile oppure no da riparare? In circolazione esistono aziende come iFixit che hanno costrutio la loro carriera proprio sulle incertezze degli smartphone e che ora riescono a fornirci un chiaro quadro sui vari terminali in circolazion, tanto da stilare una classifica a seconda della complicazione relativa alla riparazione, con tanto di punteggio che va da 10 (identificando i device più facili da riparare) a 1 (identificando i dispositivi più difficili da ripare) considerando anche il costo della riparazione.

Ecco i 10 smartphone più facili e più difficili da riparare secondo iFixit

smartphone
Fairphone 3
Advertisement

A seguire troviamo la top 10 degli smartphone più semplici nell’operazione di riparazione, considerando che la classifica stilata conta gli esemplari tecnologi prodotti negli ultimi 3 anni:

  • Fairphone 3 : 10
  • Shift 6m : 9
  • Google Pixel 3a : 6
  • Google Pixel 3a XL : 6
  • iPhone SE 2020 : 6
  • iPhone 11 : 6
  • iPhone 11 Pro Max : 6
  • iPhone XR : 6
  • iPhone XS : 6
  • iPhone X : 6

Da questo elenco emerge come “vincitore” il telefono modulare Fairphone 3 seguito dal modello similare Shift 6m, risultanto anche poco costosi per i ricambi, considerando che i due terminali nascono come prodotti destinati a paesi “poveri” a livello tecnologico. A stupire invece è la presenza per il resto della classifica dei terminali Apple, che a conti fatti offrono un design piuttosto semplice e compatto, cosa che facilita notevolmente le manovre di riparazione dei componenti all’interno

smartphone

Ed ora veniamo agli esemplari di smartphone che hanno dato del filo da torcere ai tecnici di iFixit, tanto che sono in molti i tecnici dei vari laboratori che spesso rifiutano il servizio per via della complessità del lavoro:

  • Motorola RAZR : 1
  • Samsung Galaxy Z Flip : 2
  • Microsoft Surface Duo : 2
  • Samsung Galaxy Fold : 2
  • Samsung Galaxy Note 20 Ultra : 3
  • Samsung Galaxy S20 Ultra : 3
  • Samsung Galaxy Note 10 Plus 5G : 3
  • Samsung Galaxy S10 : 3
  • Google Pixel 4 XL : 4
  • Samsung Galaxy A51 : 4

È chiaro che i telefoni più difficili da riparare sono quelli con uno schermo pieghevole come il Moto RAZR e il Galaxy Fold oppure quelli che vantano un doppio schermo come il Surface Duo. Decisamente complicati da riparare anche per un tecnico esperto e la ragione risiede nel fatto che questi terminali sono del tutto sigillati e diventa difficile separare le varie componenti all’interno. Inoltre il costo dei componenti è elevato così come il display tende a subire attriti che inevitabilmente porta ad un danneggiamento rapido.

In questo senso, è Samsung ad echeggiare nella classifica negativa di riparabilità. Non vogliamo danneggiare nessuno, ma forse al tuo prossimo acquisto è bene che prendi in considerazione anche questo aspetto.

[Fonte]

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday