Come eseguire l’UnRoot del proprio smartphone e perchè farlo | GUIDA

Telegram LogoT'interessano le OFFERTE? Fatti furbo e iscriviti al nostro canale Telegram! Tantissimi codici sconto, offerte, errori di prezzo sulla tecnologia da Amazon ed i migliori store online.

Lo sembra quasi un controsenso, se consideriamo le tante occasioni in cui abbiamo consigliato e spiegato il come eseguire il root sul proprio smartphone Android, aprendo un mondo di vantaggi e possibilità anche per tutti quei device, il cui supporto ufficiale è venuto a mancare.

Beh, oggi invece vi spieghiamo come effettuare l’operazione inversa, ovvero l’UnRoot, concentrandoci su 3 metodi semplici e alla portata di tutti, partendo dal primo che consiste nel disinstallare Magisk, l’applicazione Root per eccellenza e che appunto permette il processo inverso tramite la semplice disinstallazione.

unroot

Come eseguire l’UnRoot del proprio smartphone e perchè farlo | GUIDA

Quando si procederà con l’opzione di rimozione dell’app, specificando di passare dall’app stessa, sarai in grado di ripristinare la partizione dell’immagine stock per disinstallare completamente Magisk. Il resto dei passaggi verrà eseguito automaticamente. Quando la disinstallazione è pronta, il cellulare si riavvierà e avrai il cellulare senza root.

Un’altra opzione molto semplice per effettuare l’UnRoot sul tuo terminale Android, consiste nel flashare una versione ufficiale OTA del firmware del telefono. Diversi produttori come Xiaomi, Google o anche OnePlus hanno repository ufficiali con versioni di pacchetti OTA compresse in ZIP.

Tutto quello che devi fare è reperire le repository per il tuo specifico smartphone ed installarlo tramite il programma di installazione dell’aggiornamento del sistema operativo o utilizzando la modalità di ripristino (recovery).

unroot

Se tutto ciò non dovesse funzionare, anche se è molto improbabile, puoi provare ad installare il firmware stock del tuo device, con la conseguenza negativa che perderai tutti i dati, pertanto è consigliatissimo effettuare un backup delle informazioni che più ti stanno a cuore e che vuoi recuperare. Reperire la versione stock del firmware è semplice: in genere basta andare sul sito del produttore come ad esempio per i terminali Xiaomi / Redmi, oppure da Google digita ” firmware modello XXX “

, scrivendo il nome del tuo cellulare tra le X.

Quando trovi il firmware appropriato, scaricalo sul PC. In genere il peso in termini di MB è notevole e quindi ci vorrà del tempo per portare a tempo il download ma quando tutto sarà pronto, ti basterà decomprimere il pacchetto e procedere con il flash tramite programmi appositi oppure tramite comandi adb. 

unroot

Cosa succede se annulli il root e perchè farlo? Per rispondere alla prima domanda, la risposta è NULLA, al tuo smartphone una volta eseguita la procedura di UnRoot non succederà nulla, ma semplicemente perderai l’accesso come Super Utente, quindi veniamo ai vantaggi dell’UnRoot che sono:

  • Innanzitutto, potrai ancora una volta ricevere gli aggiornamenti ufficiali (On-The-Air) inviati dal produttore del tuo smartphone Android. Ottimo soprattutto quando negli update sono contenuti i passaggi da un Os all’altro come da Android 11 alla versione 12 oltre che riceverai le patch di sicurezza che migliorano le prestazioni e la sicurezza del tuo cellulare;
  • Il secondo grande vantaggio di sradicare un cellulare Android è che così facendo sarai in grado di riportare il cellulare alle impostazioni di fabbrica per vendere il dispositivo come nuovo . Se hai intenzione di cambiare presto il tuo smartphone, dovresti tenere molto in considerazione questo consiglio.
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday
Logo