Advertisement

ColorOS si aggiudica la medaglia d’oro come UI migliore del 2020

Con un po’ di ritardo rispetto alla tabella di marcia, arrivano le classifiche annuali di Master Lu riferite a dispositivi e UI di tutti i brand. In questa sede andremo a vedere quali sono le interfacce personalizzate migliori secondo il noto portale cinese. Come sappiamo, quasi ogni brand al giorno d’oggi è dotato di una skin proprietaria che si differenzia dalle altre per alcuni tratti specifichi. La classifica di Master Lu tiene conto di tantissimi fattori come esperienza d’uso, fluidità, carenza di bug e assenza di inutili appesantimenti. Bene, ColorOS di Oppo si classifica prima per il 2020!

Oppo ha fatto un ottimo lavoro con ColorOS: la skin dell’azienda è risultata prima in classifica tra tutte le UI nel mercato

Nella classifica annuale che Master Lu ha stilato e pubblicato oggi, vediamo come l’interfaccia personalizzata di Oppo ColorOS sia riuscita a dare una pista alle concorrenti. Anche le skin più aggiornate come la MIUI di Xiaomi non hanno potuto nulla contro quella di Oppo. Questo perché quest’ultima ha saputo concentrarsi più sull’esperienza utente che sulle personalizzazioni di vario tipo. Ma andiamo a vedere la classifica generale e vediamo cosa è piaciuto di più.

coloros migliore interfaccia del 2020

Con un totale di 195.32 punti la skin del brand si piazza al primo posto con quasi 10 punti dalla più rodata e famosa EMUI di Huawei. In terza posizione, sorprendente, troviamo la ZUI di Nubia e successivamente la FuntouchOS di vivo. Purtroppo alle ultime posizioni

Advertisement
troviamo due di quelle che pensavamo essere le migliori: MIUI di Xiaomi e Flyme di Meizu. In particolar modo quest’ultima delude un pochino considerando quanto bene se ne è parlato dall’uscita di Meizu 17.

Ma tornando a bomba, la ColorOS è riuscita a catturare l’attenzione degli utenti per diversi motivi: prima di tutto è stata la skin che più di tutte è riuscita a soddisfare le esigenze individuali di ogni persona che l’ha testata. Vogliamo ricordare a tal proposito che il brand è in prima linea in Cina per aiutare ad andare verso un processo di trasformazione tecnologica di una fascia particolare di utenti, ovvero quelli anziani.

Quello che gli sviluppatori e i tester di Master Lu hanno “sentito” è la fiducia che l’azienda ha messo nel proprio lavoro. Fiducia che ovviamente è stata ricambiata dagli utenti.

Una cosa di cui però ci siamo accorti è che la OxygenOS di OnePlus (HydrogenOS i Cina) non compare neanche nella top ten. Questo è successo perché nell’ultimo periodo probabilmente l’azienda di Pete Lau si è concentrata troppo sul far uscire nuovi dispositivi che sull’esperienza utente. Un guaio considerando che la OxygenOS è sempre stata la migliore interfaccia in commercio.

Compra su Amazon

Ultimo aggiornamento il 2 Marzo 2021 18:18
Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!

Tags:

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday
Logo