Advertisement

ColorOS 11 ufficiale: Queste sono le features principali

OPPO ha appena presentato il nuovo sistema operativo ColorOS 11 a livello globale, diventando uno dei primi brand a rilasciare l’ultimo OS di casa Google.

ColorOS 11 ufficiale: Queste sono le features principali

ColorOS 11 Android 11

La nuova ColorOS 11 arriva con il motto “Make Life Flow” e rappresenta un mix tra le funzionalità di Android stock e la personalizzazione dell’interfaccia utente tanto amata dagli utenti OPPO. Il marchio è riuscito a rilasciare il nuovo OS così rapidamente anche grazie ad una stretta collaborazione con Google.

Ma andiamo a vedere come OPPO ha personalizzato l’interfaccia utente partendo dall’Always-On Display, temi, sfondi, font e molto altro che da oggi gli utenti possono modificare completamente a proprio piacimento.

A questo si aggiunge la possibilità di customizzare la modalità Dark con tre schemi di colore e livelli di contrasto, così da poter scegliere la combinazione più confortevole per le nostre necessità.

ColorOS 11 Android 11

Allo stesso tempo, se cerchiamo qualcosa che ci faccia rilassare, OPPO ha introdotto la Relax 2.0 che permette agli utenti di creare il proprio mix di suoni, come quello prodotto dalla pioggia e persino suoni provenienti da città come Tokyo, Reykjiavik e molte altre.

L’attenzione di ColorOS 11 alla personalizzazione dell’interfaccia utente è stata progettata per soddisfare pienamente il desiderio dei consumatori di vivere un’esperienza sempre più personalizzata e unica.

Il team di ColorOS ha ascoltato i feedback degli utenti per raggiungere un grado di personalizzazione dell’interfaccia utente sempre maggiore, offrendo un servizio più personalizzato comprensivo di un’ampia gamma di funzioni. Grazie a questo nuovo prodotto, possiamo offrire agli utenti un ampio spazio per dimostrare la loro creatività e la capacità di gestire in modo sempre più autonomo i propri telefoni

Lynn Ni, OPPO ColorOS Design Project Lead di OPPO

Per quanto riguarda il lato più pratico, la ColorOS 11 adotta delle nuove feature che ne migliorano l’efficienza nell’utilizzo quotidiano, una di queste è la “Three-Finger Translate” di Google Lens creata in collaborazione con OPPO che ci permette di scattare uno screenshot di una porzione di testo e tradurlo automaticamente nella lingua desiderata. Questo significa che anche le immagini non saranno più una seccatura da tradurre, uniformandosi con quanto riusciamo a fare con fonti testuali da diversi anni.

Abbiamo poi una feature molto utile per il multi-tasking chiamata FlexDrop. Con FlexDrop possiamo ridimensionare un’app in una piccola finestra, così da poter guardare video e chattare con amici allo stesso tempo. Mentre con la feature Device Control possiamo controllare un secondo dispositivo senza dover installare applicazioni terze.

Advertisement
ColorOS 11 Android 11

Dal punto di vista dell’autonomia, OPPO ha annunciato la nuova modalità Super Power Saving Mode che ci permette di scegliere sei applicazioni che non verranno mai chiuse anche quanto la batteria ha pochissima carica. Grazie a questa feature è possibile utilizzare WhatsApp fino a 90 minuti con soltanto il 5% di batteria. Con la funzione Battery Guard si prevengono invece i danni derivanti da una carica prolungata a tensioni di alimentazione instabili.

Come è giusto che sia, OPPO ha anche ottimizzato il nuovo sistema operativo per aumentarne la fluidità. In particolare viene introdotta la UI First 2.0 in combinazione con il Quantum Animation Engine brevettato dal brand. Questo risulta in un’ottimizzazione della RAM utilizzata di ben 45%, un aumento della velocità di risposta del 32% e un miglioramento della stabilità dei frame rate di circa il 17%.

Inoltre, abbiamo le feature AI App Preloading per precaricare le app più utilizzate e SuperTouch per ottimizzare la velocità di risposta al tocco.

Infine, arriviamo alla questione sicurezza. ColorOS 11 integra le nuove opzioni per la privacy presenti su Android 11, per migliorare la protezione della privacy e la sicurezza dei dati.

In particolare, troviamo il nuovo Private System che duplica le applicazioni e i dati, rendendoli accessibili solo tramite una scansione delle impronte digitali o una password apposita, quindi potremo dividere la nostra vita lavorativa e quella sociale molto semplicemente. Mentre con App Lock possiamo bloccare le applicazioni stesse attraverso una password, impronte digitali o riconoscimento facciale.

Il sistema di autorizzazioni è stato anch’esso ottimizzato, quindi ad esempio bisogna ridare l’accesso alla fotocamera, microfono e GPS ogni volta che riapriamo un’app (se così configurato). Inoltre, lo scoped storage limita l’accesso delle app ai dati del telefono per evitare che le app dannose accedano ai dati di altre app senza l’autorizzazione dell’utente.

Il rollout della beta di ColorOS 11 inizia oggi, mentre la versione ufficiale arriverà nelle prossime settimane con il metodo batch-by-batch, a partire dalla serie Find X2 Series. Continuate a seguirci per gli aggiornamenti che seguiranno nei prossimi mesi.

Fonte

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday