AnTuTu: Ecco le specifiche più in voga sui nostri smartphone

Realme 6 PRO 8/128 GB

1 usato da 249,81€
Spedizione gratuita
Aggiornato il: 27 Novembre 2020 01:18
disponibile
249,90 349,99

La famosa piattaforma di benchmarking AnTuTu ha appena rilasciato l’elenco delle preferenze degli utenti per il terzo trimestre del 2020. Questo elenco si basa sui dati raccolti in background durante l’utilizzo dell’app. Andiamo quindi a scoprire quali specifiche troviamo sulla maggior parte degli smartphone in commercio.

Dimensioni dello schermo: 6 pollici o più diventano mainstream

Le dimensioni di 6,4, 6,5, 6,6 e 6,7 pollici sono diventate le misure principali degli schermi dei nostri dispositivi, con il totale dei quattro che rappresenta il 69,2% del mercato. Non c’è dubbio che la dimensione dello schermo sia sostanzialmente di oltre 6 pollici. Questo anche perché gli smartphone sotto i 6 pollici sono pressoché inesistenti.

Risoluzione dello schermo: 1080P

Come possiamo intuire dall’immagine, la risoluzione di 1080P è ancora quella principalmente utilizzata. Non importa quanto grande sia lo schermo, la risoluzione Full HD è ancora la migliore, la più adatta e con il migliore rapporto prestazioni / consumo di batteria. Inoltre, l’arrivo del 5G con i suoi consumi energetici elevati rispetto al 4G, ha portato diversi brand a mantenere schermi con risoluzione 1080p.

Marca del processore: la svolta di Hisilicon Kirin

In termini di marche di processori, nel terzo trimestre del 2020 gli utenti AnTuTu con processori Qualcomm rappresentano il 63,7%, il 25,7% di Huawei HiSilicon, l’8,6% di MediaTek e l’1,1% di Samsung. Rispetto alla quota del secondo trimestre, ad eccezione di MediaTek, oltre all’aumento dell’1,6% e Samsung che è rimasta invariata, Qualcomm e HiSilicon sono entrambe diminuite in misura variabile.

Qualcomm è uno dei marchi più costanti nel mercato dei processori Android, i loro SoC hanno visto una crescita omogenea e, tranne alcuni casi, non hanno mai avuto nessun problema di stabilità. Un altro brand che di recente ha visto un passo avanti nella sua tecnologia di CPU è Huawei HiSilicon che ha appena fatto una svolta con la serie Mate 40 che adotta un HiSilicon Kirin 9000 con processo di produzione a 5nm. Anche se, a causa della diatriba con il governo degli Stati Uniti, questi processori saranno gli ultimi prodotti dalla compagnia.

Abbiamo poi MediaTek in forte crescita e che per i problemi di Huawei menzionati in precedenza sta rapidamente diventando una vera alternativa a Qualcomm. Di fatto, diversi smartphone di Huawei adottano già i SoC del chipmaker taiwanese. MediaTek ha inoltre presentato anche la serie Dimensity 5G che si sta dimostrando una delle migliori sul mercato per quanto riguarda il rapporto specifiche prezzi.

Advertisement

Numero di core CPU: a quando più di otto core?

Nel terzo trimestre del 2020, il tasso di utilizzo di processori octa-core negli smartphone testati su AnTuTu ha raggiunto il 97,5%, con un aumento dello 0,1% rispetto al secondo trimestre.

Onestamente non c’è molto da aggiungere. Le CPU octa-core sono quelle più utilizzate, sia per le loro performance che per i consumi ridotti se ottimizzati correttamente. I quad-core sono praticamente introvabili anche su smartphone entry-level. Mentre quelli a 10 core sono ancora lontani dal diventare mainstream.

RAM: I modelli da 8 GB continuano a crescere

Dal grafico vediamo che la percentuale di utenti che utilizzano modelli con 8GB di RAM nel terzo trimestre è aumentata al 49,2%, un aumento dello 0,7% rispetto al primo trimestre. Sebbene sia stato un aumento inferiore all’1%, si tratta comunque di un passo avanti.

Nell’attuale mercato della telefonia mobile, oltre agli smartphone sui 150 euro con “soli” 6GB di RAM per abbassare il prezzo di partenza, tutti i modelli di fascia medio-alta hanno già iniziato ad adottare 8GB di RAM.

ROM: Non acquistare mai un telefono cellulare 64GB

Nell’era 5G, le velocità di internet sono più elevate che mai, permettendoci di scaricare contenuti in un batter d’occhio, abbiamo fotocamere con risoluzioni di 100MP, possiamo girare video a 8K, i giochi per smartphone sono sempre più pesanti. Tutto questo sembra aver portato gli utenti a evitare l’acquisto di smartphone con 64GB di memoria interna.

Come vediamo nel grafico, gli smartphone con 64GB di memoria rappresentano soltanto il 14.7% del mercato, mentre quelli con 128GB sono già al 54.9%. C’è poi chi può permettersi un dispositivo con 256GB, i quali rappresentano il 23.7% e infine il power user che non riesce ad andare avanti senza 512GB con il 3.6% del mercato.

Versione Android: progresso stabile di Android 10

Infine, AnTuTu ci mostra che Android 10 è presenta sulla maggioranza degli smartphone, raggiungendo il 69,2%, con un aumento dell’1,5% rispetto al trimestre precedente. Rispetto al tasso di crescita del 20+% del trimestre precedente, l’ultimo è ovviamente molto più basso. Mentre la presenza di Android 9 è diminuita dell’1,7% e rappresenta solo il 22%. Quindi sembra abbastanza ovvio che la maggior parte di quelli che hanno abbandonato Android 9 siano passati ad Android 10.

Advertisement
TechToday è anche su ➡️ Google News ⭐️ Attiva la stellina e seguici!
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
TechToday